Cinema

SagaSono il grado zero dello spettatore seriale. A dispetto delle teorie sulla serialità televisiva io sto ancora al feuilleton ottocentesco ovvero cerco intrattenimento, non necessariamente scadente ma comunque poco impegnativo. A volte mi affeziono ai personaggi e ci patisco un po', ma per lo più mi annoio. Mi annoio facilmente. Mi annoio tanto.

transparentÈ autunno. Io lo so bene e non perché le foglie si tingano di qualche romantica sfumatura aranciata, ma perché iniziano le serie televisive nuove! YES!

Quest’oggi scrivo per rendere pubblico un servizio che fornisco a pochi, ma affezionati clienti ormai da anni: La Guida Per Riconoscere I Propri Santi Televisivi.

the-boxtrollsNel vasto panorama del cinema d’animazione ci sono degli studi che decidono di raccontare le proprie storie scostandosi dall’utilizzo della sola CGI, preferendo tecniche di lavorazione che sono nate con il cinema stesso. La scelta, coraggiosa per l’impegno economico e realizzativo, in ambienti produttivi come Aardman e Laika (per citarne solo due nel settore della stop-motion) è dettata dall’esigenza di sviluppare un’estetica ben precisa che sostenga la verosimiglianza del mondo portato sullo schermo.

giardino1Come le cellule sono elementi fondamentali del corpo umano così alcuni sentimenti ne compongono la struttura emotiva di base. È innegabile che ci siano livelli differenti di espressione e sensibilità che determinano le incredibili sfaccettature di ognuno di noi.